UNO SGUARDO DIVERSO AI NODI


di Kevin Burk

traduzione di Margherita Fiorello

 

 

I Nodi della Luna sono uno dei simboli più importanti in astrologia, e anche uno dei più fraintesi. Mentre la maggior parte degli astrologi include i Nodi nelle loro carte, sembra che pochi di essi siano particolarmente a loro agio nell’interpretarli. Prendete per esempio qualsiasi libro introduttivo sull’astrologia. Non troverete nessuna carenza di informazioni sui segni dello zodiaco e sui pianeti. Ma dove la maggior parte dei libri dedicano interi capitoli ad ognuno dei pianeti e dei segni, i Nodi della Luna sono citati a stento ed interpretati raramente.

 

Quando ho iniziato i miei studi astrologici, ero piuttosto confuso su come interpretare esattamente e lavorare con i Nodi Lunari, ed ero frustrato per la mancanza di informazioni pubblicate sui Nodi, e fino a quando non ho cominciato a prendere lezioni di astrologia non ho saputo che i Nodi sono i punti transitanti dell’eclissi. Bene, potevo non sapere molto sull’astrologia, ma abbastanza per sapere che le eclissi sono eventi estremamente importanti. Ho pensato che se le eclissi erano così importanti, allora anche i Nodi della Luna dovevano essere molto importanti, e mi sono proposto di scoprire tutto quello che avrei potuto trovare e che nessuno aveva mai scritto sui Nodi della Luna.

Ciò che ho trovato era piuttosto coerente. Il Nodo Nord (spesso chiamato Caput Draconis, la Testa del Drago) è associato a tutte le buone cose che potremmo possibilmente sperimentare nella nostra vita, incluso successo, avanzamento, crescita, e realizzazione personale. Il Nodo Sud (citato spesso come Cauda Draconis, la Coda del Drago) è associato a quantità enormi di tutto quello che vi aspettereste di vedere venire fuori dall’estremità finale di un drago. In altre parole, Nodo Sud: cattivo. Nodo Nord: buono.

Per essere onesto, questo tipo di collegamento è più comune nel vecchio, più “tradizionale” approccio all’astrologia. L’approccio umanistico tende ad avere una visione più moderna dei Nodi, seguendo la tendenza a definire i simboli astrologici in modo meno fatalistico e più responsabilizzante (in altre parole, non ci sono pianeti cattivi, solo cattive esperienze... e Saturno è vostro amico). Nei testi di astrologia più “moderni” i Nodi ottengono così un po’ di lifting.

Il Nodo Sud è promosso da incarnazione del male al punto nella carta in cui probabilmente seguiremo il percorso di minima resistenza, o riposeremo sugli allori. Il Nodo Sud è collegato anche al karma che stiamo scontando in questa vita. Il Nodo Nord diventa il processo e le esperienze per cui dobbiamo lottare allo scopo di elaborare il nostro karma e crescere in questa vita.

In poche parole: “Nodo Sud: cattivo, Nodo Nord: buono.

 

 

Alla ricerca di una definizione dei Nodi

 

Giudizi di valore a parte, mi sono reso conto di non avere ancora trovato una qualche giustificazione per queste interpretazioni. Perché i Nodi della Luna funzionano come funzionano? Come sono diventati così strettamente collegati con il nostro percorso spirituale, le nostre vite passate e il nostro karma?

Ogni altro simbolo in astrologia ha un po’ di logica dietro la sua interpretazione. Possiamo conseguire una comprensione migliore della natura e il simbolismo dei pianeti attraverso l’esplorazione della mitologia greca e romana. I segni possono essere suddivisi in polarità, elemento e modalità. Possiamo ottenere una descrizione dell’Ariete combinando le qualità della polarità maschile/positiva, l’elemento fuoco e la modalità cardinale. Anche gli aspetti possono essere capiti utilizzando numerologia e armoniche. Ma che dire dei Nodi della Luna?

(Dovrei citare, a questo punto, che esiste una mitologia associata ai Nodi, ma non è quella della tradizione occidentale: viene dall’India e dalla tradizione indù. I Nodi in astrologia vedica non funzionano nello stesso modo in cui operano nell’astrologia occidentale.)

Poiché non riuscivo a trovare una fonte diretta di informazioni sui Nodi della Luna, per costruirmi una comprensione migliore del loro simbolismo, ho deciso di procedere ad un’analisi più approfondita e vedere quello che potevo estrapolare. La prima cosa che ho fatto è stata guardare esattamente cosa sono i Nodi della Luna da una prospettiva astronomica. Ciò che ho saputo è che sono punti matematici che rappresentano l’intersezione dell’orbita Lunare con l’eclittica (che è il percorso apparente del Soleintorno alla Terra). Il Nodo Nord è il punto in cui l’orbita della Luna si alza sopra l’eclittica, e il Nodo Sud è il punto in cui l’orbita della Luna cade sotto l’eclittica. Il Nodo Nord e il Nodo Sud sono sempre esattamente di fronte l’uno all’altro nella carta.

Ciò può non essere veramente evidente come sono invece elementi e modalità, ma solo questa semplice descrizione fisica dei Nodi può aiutarci ad avere una comprensione più completa di quello che rappresentano in astrologia.

 

 

I Nodi sono Punti matematici – non sono corpi fisici

 

I Nodi sono punti matematici, non corpi fisici. Questo vuol dire che i Nodi non emanano luce. I Nodi possono ricevere aspetti da altri pianeti, ma non possono influenzare direttamente allo stesso modo di un corpo fisico.

Ciò significa anche che i Nodi non filtrano l’energia dei segni. Con i Nodi, come con gli angoli, abbiamo un’espressione pura dell’energia e del simbolismo dei segni. La nostra esperienza dell’energia dell’Ariete, per esempio, è molto diversa quando Venere si trova in Ariete rispetto a quando è Marte che si trova in Ariete. Le personalità dei pianeti colorano l’espressione dei segni in cui si trovano. I Nodi, tuttavia, non cambiano le modalità in cui i segni si esprimono o si sperimentano.

 

 

I Nodi sono connessi alla Luna, al Sole e all’eclittica

 

I Nodi sono i punti più strettamente relativi al simbolismo ed ai processi lunari perché rappresentano punti sull’orbita della Luna intorno alla Terra. Ma i Nodi si riferiscono anche al Sole a causa del loro rapporto con l’eclittica. In altre parole, i Nodi sono i punti dove i principi lunari e solari si collegano.

Esaminiamo prima la Luna, e osserviamo il suo contributo a questo processo. La Luna riflette la luce del Sole; è passiva, ricettiva e femminile. La Luna risponde, produce emozioni e sensazioni. E’ il contenitore della nostra esperienza, fornisce forma e posizione all’espressione del Sole. La Luna si riferisce ai nostri condizionamenti, alle abitudini, ai vizi, ai riflessi condizionati; in altre parole, la Luna è la nostra memoria. Non solo la nostra memoria di questa vita, è la memoria della nostra anima, e ciò che la nostra anima vuole che ci ricordiamo da altre esistenze. La Luna è il nostro subconscio e il nostro inconscio.

Il Sole, d’altra parte, è il nostro conscio, attivo, forza di vita. Il Sole è la nostra volontà, la nostra potenza, il nostro senso di scopo. Il Sole è il cuore della nostra esistenza, è la motivazione per la nostra vita. E’ come noi siamo visti dagli altri, come brilliamo, come ci esprimiamo e progettiamo. Come vogliamo vivere l’eroe nella nostra vita; come vogliamo diventare un individuo.

L’eclittica, l’orbita apparente del Sole intorno alla Terra, descrive il percorso che il nostro viaggio seguirà in questa vita. Quando guardiamo una carta natale, quella che stiamo guardando in effetti è una rappresentazione a due dimensioni delle posizioni dei pianeti come le vediamo dalla Terra, appiattite sul piano dell’eclittica. In altre parole, in una carta, l’eclittica è la carta stessa.

Quando guardiamo le posizioni dei pianeti lungo l’eclittica, stiamo considerando a quale punto del nostro viaggio incontriamo queste energie. La posizione del Sole alla nascita mostra il punto in cui abbiamo scelto di iniziare la nostra ricerca di espressione di noi stessi e di realizzazione in questa vita. L’eclittica, la carta, rappresenta la direzione che seguiremo.

Esaminati in questo modo, i Nodi rappresentano i punti della carta in cui il nostro passato, in cui le memorie della nostra anima (la Luna) si intersecano con le nostre esperienze coscienti correnti ed il nostro ciclo di lezioni e di crescita. Il Nodo Sud è il punto sotto l’eclittica dove siamo in grado di attingere al nostro passato e accedere alle nostre memorie dai viaggi precedenti. Il Nodo Nord è il punto dove le nostre lezioni passate si intersecano con il viaggio attuale, il punto dove emergiamo dal passato e ci spostiamo in un nuovo territorio. È il punto dove le nostre lezioni passate entrano nella luce della consapevolezza cosciente e ci permettono di guardare il nostro passato in un modo completamente nuovo.

Ora il collegamento del Nodo Sud al nostro passato, il nostro Karma, e del Nodo Nord al nostro futuro o Dharma, inizia ad avere senso.

 

 

I Nodi sono sempre in opposizione perfetta

 

Ora volgiamo la nostra attenzione all’aspetto di opposizione. Si dice che i pianeti sono in opposizione quando occupano punti speculari della carta, a formare un angolo di 180º. Tradizionalmente, le opposizioni sono considerate aspetti “duri” o “stimolanti”, e per fortuna, questa opinione è stata in gran parte aggiornata.

Quando guardo opposizioni, le parole chiave con cui inizio sono “equilibrio” e “prospettiva” (altri utilizzano anche “compromesso” ma trovo questa definizione limitante: per me, “compromesso” tra due persone significa che ognuno rinuncia a qualcosa per ottenere qualcosa che vogliono entrambi, “equilibrio” significa soltantoo che ci sono accordo e armonia). Il punto sulle opposizioni è che entrambi i pianeti “vogliono” realmente la stessa cosa, da due diverse prospettive. Se possiamo analizzare i due pianeti e vedere le cose dal punto di vista dell’altro, allora possiamo trovare quel piano in cui essi possono lavorare insieme ed entrambi ottenere quello che vogliono. Questo processo è facilitato dal fatto che essendo l’uno di fronte l’altro, i due pianeti si possono “vedere” facilmente, e sono in grado di conseguire una prospettiva migliore dell’intero quadro.

 

 

Sintetizzando

 

In altre parole, la chiave della comprensione dell’asse Nodale è prendere il Nodo Sud e il Nodo Nord per farli lavorare insieme? Non proprio. I Nodi non sono pianeti, sono punti matematici nella carta. Questo non li rende meno importanti di un corpo fisico, solo li rende un po’ diversi. I pianeti rappresentano impulsi fisici (per cercare una parola migliore) che tutti abbiamo. Possiamo scegliere di lavorare con il nostro Marte, per esempio, o ignorarlo. Nell’uno o nell’altro modo, siamo sempre molto consapevoli della sua presenza nelle nostre carte. Quando Marte è attivato da un transito, o quando Marte di transito stimola qualche punto nelle nostre carte, lo sentiamo. Se scegliamo di diventare consapevoli della qualità della sua energia, possiamo imparare a utilizzarla nel modo più costruttivo possibile. Se non lo facciamo, dovremo comunque subirla..

I Nodi, d’altra parte, hanno a che fare con le lezioni spirituali o animiche che possiamo incontrare in questa vita. Sono i punti nei quali il percorso del nostro sviluppo spirituale si interseca con il percorso delle nostre esperienze fisiche. Poiché attualmente siamo incarnati sul piano fisico, questo è il piano su cui siamo centrati. Se non scegliamo di lavorare con i Nodi e le loro lezioni ad un livello cosciente, probabilmente non riusciremo ad essere molto consapevoli di come essi funzionino.

Allo scopo di riuscire a lavorare realmente sui Nodi e sperimentarli, dobbiamo diventare consapevoli della nostra spiritualità, del collegamento delle anime fra loro e all’universo. Dobbiamo accettare che ci siamo incarnati con una lezione a cui abbiamo scelto di lavorare in questa vita, e dobbiamo essere pronti a domandarci quale potrebbe essere quella lezione. Lo stiamo imparando ora? Naturalmente. Ma la lezione del percorso di un’anima è di gran lunga più sottile di un transito di Marte.

L’asse Nodale non è il nostro percorso spirituale in questa vita. Quello che è, o piuttosto che dovrebbe essere, è una bussola spirituale, che punta sempre nella direzione giusta. I Nodi ci mostrano dove il nostro percorso spirituale e le lezioni della nostra anima si intersecano con il nostro percorso fisico, e sono i punti dove possiamo adeguarci più facilmente al nostro percorso spirituale. Cosicché sono non solo prospettiva ed equilibrio, ma indicano come lavorare consapevolmente ed integrare le lezioni, doni ed esperienze indicati dai Nodi stessi. Essi possono dirci quello con cui dobbiamo lavorare, e ci mostrano quale direzione prendere per sperimentare le nostre lezioni e cercare il nostro vero percorso in questa vita.

 

 

Il Nodo Sud

 

Il Nodo Sud, allora, getta luce sul nostro passato. Per la sua posizione nella carta, rappresenta i tipi di esperienze e memorie che la nostra anima vuole in questa vita per aiutarci nel percorso che porta allo sviluppo. Se la nostra anima si fosse lasciata alle spalle tutte la difficoltà di queste esperienze, non dovremmo prestare attenzione? E un’anima riempita con amore e luce ci invierebbe volutamente indietro nel regno materiale? Naturalmente no.

Il Nodo Sud rappresenta doni da vite passate. Le lezioni, le esperienze, i talenti e le capacità con cui abbiamo lottato da così tanti anni sono ancora disponibili per noi attraverso il Nodo Sud. Il Nodo Sud è il “libretto degli esami”della nostra anima. Ci dice quali esami abbiamo superato: dice, ad esempio “congratulazioni, avete passato livello Gemelli I!”. Per i voti più bassi e meno soddisfacenti, bisogna guardare a Saturno per test ulteriori, non al Nodo Sud.

Ora, solo perché possiamo guardare al Nodo Sud in un modo più positivo non significa che gli avvertimenti tradizionali che lo definiscono come una “trappola” non abbiano dei meriti. Ogni pianeta e punto nella carta sono una potenziale forza ed una potenziale trappola. Con il Nodo Sud, la trappola è scambiare la vacanza estiva con la laurea. Possiamo fare un’interruzione, ma siamo ancora a scuola. Finché siamo incarnati sulla Terra, siamo qui per imparare.

Sebbene il Nodo Sud rappresenti lezioni ed esperienze che abbiamo imparato, utilizzato e spesso dominato nel passato, è anche un’indicazione che dobbiamo imparare ancora in questi settori nella vita attuale. Possiamo avere imparato da queste esperienze troppo bene e avere limitato la nostra crescita in altre aree, possiamo avere usato impropriamente le informazioni nel passato, imparando la lettera ma non lo spirito della lezione. O può essere tempo di imparare come utilizzare le esperienze in un modo diverso, per estendere la nostra conoscenza profonda. In ogni caso, per un livello più alto di istruzione, guardiamo al Nodo Nord .

 

 

Il Nodo Nord

 

Il Nodo Sud non è il solo che merita un’interpretazione rivista. La trappola del Nodo Sud è una tendenza a ripetere ciò che è familiare, che può significare perdere l’opportunità di crescita per ripetere vecchi schemi. Il modo per evitare la trappola del Nodo Sud è lavorare con il Nodo Nord, ed è questo il motivo della grande reputazione che ha ottenuto.

Ma anche il Nodo Nord nasconde una trappola: la tendenza a voler girare le spalle al passato nell’inseguimento di nuove esperienze.

La tentazione del Nodo Nord è dimenticare dove siamo stati, e concentrarsi solo su dove stiamo andando. Il Nodo Nord, dopo tutto, porta successo, felicità, abbondanza, fortuna, e libertà dagli schemi e abitudini del passato. Esso è l’equivalente spirituale del viaggio alle Bahamas che abbiamo sempre voluto fare. E esattamente come chi inciampa nelle Bahamas, la trappola del Nodo Nord ci fa ritenere che poiché lo vogliamo molto, probabilmente non possiamo permettercelo. Il Nodo Nord sembra dire “voi potete arrivare alle Bahamas, ma dovete lasciare la vostra barca bella, comoda e nuotare. A proposito, probabilmente nell’acqua ci sono gli squali”…

La trappola del Nodo Nord è pericolosa quanto quella del Nodo Sud. Crediamo di dover recidere i legami con il passato e creare un nuovo futuro, tuffandoci nell’acqua per raggiungere le nostre Bahamas ma, avendo paura di stancarci o spaventati per gli squali, ci affrettiamo a tornare indietro per trovare conforto e vecchie abitudini nella barca: “S.O.S. Nodo Sud!”. E se siamo realmente coinvolti nella trappola, in aggiunta possiamo sentirci dei fallimenti spirituali.

Ovviamente, questa non è un’interpretazione molto positiva. La mia intenzione non è parlar male del Nodo Nord, ma solo indicare che l’interpretazione tradizionale dei Nodi ci incoraggia a stare lontano dal Nodo Sud per mietere le ricompense del Nodo Nord, e questo non è tutto. Il vero processo indicato dal Nodo Nord non è girare le spalle al passato. Il Nodo Nord deve conservare memoria del passato, rispettarlo, lavorare con esso, costruire su di esso, e imparare ad utilizzarlo in una nuova maniera.

Per esempio, l’asse Sagittario-NN/Gemelli-NS non ci dice che abbiamo finito con i Gemelli e dobbiamo imparare dal Sagittario. Ci dice invece che dobbiamo imparare come utilizzare le nostre esperienze di Gemelli in un modo sagittariano. Ci dice che parte del nostro percorso, parte della nostra lezione di questa vita è riconoscere che c’è un punto di equilibrio tra Gemelli e Sagittario, e trovarlo sarà una chiave di crescita e sviluppo spirituali. Lavorando sia con il Nodo Nord che con il Nodo Sud, riusciamo a portare la barca con noi alle Bahamas invece di dovere nuotare fin là.

 

 

Interpretando i Nodi

 

Prima di iniziare ad integrare e interpretare l’asse Nodale, c’è altro uno fattore da considerare: le case. E la cosa più importante da ricordare sulle case è che le case NON funzionano come i segni. Ogni libro sui Nodi della Luna di cui sono venuto a conoscenza dichiara che il Nodo Nord in Ariete corrisponde al Nodo Nord in 1º casa, ma non è così. I segni rappresentano le motivazioni sottostanti e le lezioni evolutive che dobbiamo imparare. Le case rappresentano le aree di vita e di esperienza in cui probabilmente incontreremo queste lezioni. I segni, quindi sono il “cosa” e le case sono il “dove”. Il collocamento dei Nodi in una casa non cambia in alcun modo le lezioni fondamentali e i doni dell’asse nodale, mostra semplicemente dove abbiamo bisogno di guardare nelle nostre vite per trovare queste lezioni e questi regali.

Anche le case hanno le loro lezioni, e come le lezioni di una polarità di segno, le polarità di casa insegnano l’importanza di equilibrio e prospettiva. Le case opposte, come i segni opposti, rappresentano aree di vita che dobbiamo imparare ad integrare e armonizzare. Come possiamo tendere a divenire un po’ troppo a nostro agio con i talenti legati al Nodo Sud, possiamo tendere a concentrarci di più sull’area della nostra vita rappresentata dalla casa in cui si trova il Nodo Sud. E naturalmente, possiamo anche concentrarci troppo sul Nodo Nord o spendere troppo tempo coinvolti sulle questioni riguardanti la casa dove si trova il Nodo Nord, e dimenticare di ricorrere al sostegno e alle risorse del nostro Nodo Sud. Poiché le case rappresentano i posti dove incontreremo con naturalezza i Nodi, se vogliamo lavorare con i nostri Nodi, possiamo dedicare semplicemente più tempo ad attività riferite alle case in questione.

Interpretando l’asse Nodale quindi, il fattore primo e più importante è l’asse dei segni dei Nodi. Che cosa hanno comune i due segni? Tutti i segni opposti condividono un tema comune; semplicemente gli si avvicinano da prospettive diverse. Dopo, si può passare a guardare in quale segno sono collocati il Nodo Sud ed il Nodo Nord all’interno di questo asse. Quale sono i regali che il Nodo Sud offre? Quali sono le migliori espressioni del segno del Nodo Sud? E come si può lavorare con il Nodo Nord per aumentare queste caratteristiche positive? Rispondendo a queste domande, possiamo scoprire alcune delle lezioni dell’asse nodale. Ora, si può utilizzare questa comprensione guardando dove sono collocati i Nodi nelle case per imparare in quale settore delle nostre vite saremo in grado di sperimentare ed incontrare queste lezioni.

Infine, cerchiamo di osservare le cose in prospettiva. Ricordiamo che i Nodi non sono corpi fisici, e poiché non sono corpi fisici, operano ad un livello di gran lunga più sottile dei pianeti. A differenza dei pianeti, i Nodi non hanno una parte importante nello sviluppo della personalità di un individuo. I Nodi, tuttavia, sono la chiave per capire di più quale sia il nostro scopo spirituale in questa vita. I Nodi sono talvolta collegati strettamente con i pianeti in una carta ed il collegamento tra la vita fisica di un individuo e il loro percorso spirituale è evidente. Poiché essi si trovano su un altro livello, qualunque sia il modo in cui i Nodi sembrano essere collegati con gli altri elementi nella carta, possono aiutarci a vedere oltre le limitazioni del nostro tempo sulla Terra, e a gettare uno sguardo di insieme del viaggio evolutivo della nostra anima.

 

http://www.astro-horoscopes.com/HTML/Articles/BurkNodes.html

 

TORNA A TRADUZIONI

HOME