LA LUNA PROGRESSA:

REMINISCENZE DI MNEMOSINE


di Brian Clark (*)

Traduzione di Giuseppe M. Sferrazza

 

I libri astrologici descrivono il movimento della Luna Progressa attraverso lo zodiaco ed il ciclo vitale. In questo articolo, Brian Clark rivive le tre fasi lunari, le loro Muse ed il loro significato.

 


 

 

Giulietta:

"Oh, non chiamare a testimonio la Luna, l’incostante Luna, che cambia ogni mese nel suo girare in cerchio, per paura che il tuo amore dimostri la stessa variabilità".

(William Shakespeare - Romeo e Giulietta, II. I. 151-3)

 

Come Giulietta, i cronometri non possono dipendere dal ciclo lunare per predire con accuratezza la regolarità delle stagioni. Gli antichi capirono che calcolare il tempo attraverso il ciclo lunare significava perderne lentamente, e attraverso le generazioni si rilevarono discrepanze nel calendario. Dal IV secolo a.C., gli egiziani si erano ingegnati nell’arte di usare tre calendari. Riluttanti ad abbandonare il loro calendario mensile che segnalava le festività religiose, gli egiziani impararono a destreggiarsi con entrambi i calendari civile e religioso.1

Gli astrologi sono maestri nell’arte di utilizzare svariati tipi di calendari. Ogni ciclo astrologico è unico nel senso che misura un differente periodo di tempo, simboleggia un gruppo particolare di temi ed eventi, costruisce e ricostruisce il racconto personale. Calcolare il tempo con la Luna offre ancora un inestimabile calendario astrologico. Mentre la Luna ha dimostrato di essere inaccurata a misurare l’anno civile, è eccellente nella sua abilità di segnalare le festività religiose. Astrologicamente, questa è ancora di più una premessa essenziale per la Luna Progressa: inaccurata a definire e tracciare le pietre miliari della nostra vita sociale (il conscio, solare), ma strumento perfetto per registrare le “festività religiose” (il tono umorale) del nostro ciclo vitale. Il movimento della Luna Progressa, attraverso lo zodiaco personale, evoca gli aspetti primari, sensuali ed inconsci del nostro percorso di vita; è il memoriale continuo della nostra vita affettiva. Con essa i cicli attraverso lo zodiaco, aspetti frammentati dell’Io, sono evocati, ricordati e ricollocati.

 

 

Credere ciecamente alla Luna Progressa

 

Il cambiamento del ritmo lunare registra, riflette e rivela religiosamente ogni battito, respiro e sfumatura della vita primitiva. Danzando attraverso le fasi, cresce fino al massimo per poi scomparire, intrecciando il suo cammino in un labirinto di impressioni, sensazioni e percezioni. E’ la protettrice del serraglio delle sensazioni selvagge, guardiana delle memorie preziose, il sangue saggio della nostra guida interiore. Dalla Luna Nuova a quella Piena e di nuovo verso il buio, cresce e cala, cambiando forma in ogni fase. Ci ha ipnotizzato ed impegnati fin dal concepimento. Astrologicamente registriamo ciò con la Luna Progressa ed il suo periplo dello zodiaco.

La Luna Progressa secondaria è il calendario astrologico più appropriato per seguire la maturazione emotiva nonché l’evoluzione individuale. Il movimento della Luna Progressa registra l’intero spettro delle reazioni emotive, l’impatto del vissuto sensibile ed i cambiamenti climatici che avvengono nell’atmosfera familiare. Rappresenta la registrazione della maturazione, fioritura e raccolto della nostra vita emotiva, i nostri archivi personali ed esperienziali. La Luna Progressa simboleggia la nostra continua ricerca dell’appartenenza, di ricordare, di rinnovarci. E’ anche un ciclo continuo di perdita e recupero dei nostri attaccamenti emozionali. Come ciclo misura le fasi della vita familiare dalla nascita di un fratello2, attraverso l’adolescenza, l’abbandono della casa, le seguenti fasi di adulto e di anziano fino alla morte. La Luna Progressa opera sistematicamente rispondendo e rivelando fasi nel sistema familiare così come cambiamenti nei membri della stessa verso i quali siamo emotivamente vincolati o attaccati.

 

Come simbolo astrologico, il ciclo della Luna Progressa è immensamente importante nella definizione delle fondamenta del ciclo vitale. In questo ciclo, i punti critici si fanno sentire più drammaticamente nel periodo che approssima il ritorno (ndt: congiunzione), l’opposizione e la quadratura dei pianeti natali. In accordo con la triplice natura della Luna, ho potuto notare anche l’interessante significatività dei trigoni, che si verificano in media intorno ai 9 anni prima e dopo il ritorno della Luna alla sua posizione di partenza. Nel Tema Natale la Luna riveste la sua importanza per la progressione attraverso le Case nonché per gli aspetti che forma con gli altri pianeti durante il suo cammino.3

Per quanto mi riguarda, la chiave per comprendere la Luna Progressa risiede nel chiarire le antiche immagini e tradizioni che la venerano, e familiarizzare con le divinità che personificano i suoi attributi. Uno dei campi d’azione della Luna è la “memoria delle sensazioni”. Mnemosine era la madre delle Muse e la personificazione della memoria: “memoria lunare”. Attraverso il movimento della Luna Progressa incontriamo il suo tessere i fili del nostro mito personale.

 

"La memoria è la cucitrice ed è anche capricciosa. La memoria fa correre il suo ago dentro e fuori, su e giù, qua e là. Non sappiamo cosa verrà dopo o cosa seguirà. Così il più semplice movimento al mondo, come potrebbe essere sedersi ad un tavolo e mettersi davanti il calamaio, può agitare mille e rotte persone, disconnettendone i pezzi, ora chiaramente, ora indistintamente, sospendendole in bilico, immergendole e sventolandole come la biancheria personale di una famiglia di quattordici persone stesa su un filo durante una tempesta di vento." 4

 

La Luna Progressa fluisce attraverso lo zodiaco portando con sé la memoria sensoriale dell’esperienza di vita.

 

 

Onorando la triplice natura della Luna

 

La tradizione matriarcale divide il ciclo lunare in tre fase, popolarmente simboleggiate dalla vergine, la madre e la vecchia. Era è un esempio delle fasi della dea. Veniva associata con tre fasi della vita, riflesse dai suoi epiteti Pais, la vergine; Teleia, la soddisfatta; Chera, la solitaria.

Le dee lunari in natura erano triplici: la loro prima fase era la giovane ed indipendente vergine, rappresentata dalla Luna Crescente che emerge dal buio dopo la Luna Nuova. A Luna Piena risplende come la donna di potere, come madre e simile, nel suo splendore, alla benefattrice della vita. L’ultima fase è personificata dalla vecchia, donna saggia, l’antenata; le guardiane del passaggio per l’altro mondo che possedevano i misteri della Luna Nera. Le divinità lunari ricoprivano l’intero ciclo della vita. La Luna divenne il simbolo dei cicli mestruali della vita della donna, dalla verginità, prima del primo mestruo, fino alla menopausa, dopo l’ultimo mestruo. Il sangue lunare è il mistero della forza della vita, che crea e rigenera, ma che riprende anche la vita. Il simbolismo del ciclo mestruale è applicabile ad entrambi i sessi scindendo le tre fasi del ciclo vitale.

 

La natura triforme del ciclo lunare amplifica l’esperienza della Luna Progressa, infatti questa ha tre fasi separate ma, allo stesso tempo, interconnesse. Percorrendo il periplo dello zodiaco per tre volte in media nell’arco di una vita5, la Luna Progressa definisce tre piani distinti di scoperta: giovane, adulto ed anziano. Ogni ciclo dura approssimativamente 27.3 anni, disegnando scoperte importanti nel ciclo di vita individuale e familiare. Durante la sua prima rivoluzione (da 0 a 27.3 anni), la Luna assorbe, registra, raccoglie esperienze, sensazioni e partecipa alla vita emotiva della tribù. Questa è la fase della Vergine quando la dea Artemide regna su questo tempo primitivo, selvaggio, ribelle e senza limiti. Era la Signora degli animali e simbolo della protezione degli istinti primitivi. Possiamo immaginarlo come il periodo pre-mestruale quando la vita è ancora libera, non direzionata e virginea. Questa è la prima rivoluzione della Luna Progressa attraverso lo zodiaco.

Nei primi anni la Luna non ha un suo contenitore personale. Fintanto che l’Io non è ancora formato, il contenitore della Luna sono la Madre e la famiglia che la Luna quindi condivide liberamente nei vissuti emotivi della vita dell’individuo. I suoi limiti sono molto fluidi. Attraverso la partecipazione mistica il bambino assorbe, intuisce e registra gli umori e le sensazioni dei membri all’interno del sistema familiare. Gli aspetti che si formano con la Luna sono un’utile indicazione riguardo all’impatto che l’atmosfera familiare ha sul bambino. Quando sono coinvolti i pianeti esterni l’esperienza sensoriale del bambino può essere sommersa da potenti vissuti latenti nell’orizzonte conscio dell’atmosfera familiare. Gli aspetti lunari ci aiutano anche ad identificare lo stile di attaccamento del bambino, le sue esperienze di perdita ed angoscia nonché l’abilità nel gestire queste emozioni. La Luna registra e ricorda le sensazioni provate nell’atmosfera familiare così come le reazioni emotive conseguentemente messe in atto. Questi ricordi diventano la registrazione del modello percettivo individuale e sono simbolizzati dalla Luna Progressa. Essa, infatti, ricollega e fa rivivere queste sensazioni ed impressioni primarie. Durante la prima rivoluzione dello zodiaco, la Luna Progressa esperisce e dà forma al terreno percettivo dell’individuo.

La maturità emotiva è segnata dal completamento della sua prima rivoluzione, intorno all’età di 27 anni; solo allora avremo registrato ogni esperienza emotiva disponibile. Il suo secondo viaggio attraverso lo zodiaco (da 27.3 a 54.6 anni), contraddistingue la fase della vita adulta, quando cominciano a formarsi nuovi attaccamenti emotivi e personali. La forza vitale è diretta e creativa. Questa è letteralmente la nascita del sé creativo che ci inizia al ciclo adulto dove le sensazioni del bambino e dell’adulto coesistono: il bambino viene interiorizzato mentre comincia il tentativo di cura materna del sé. Prende vita il ricordare e rivivere le nostre esperienze emotive primarie in un contesto di vita adulta. Una grande possibilità per le nostre risposte emotive, e parte di questa maturazione è l’abilità di differenziare le nostre emozioni da quelle degli altri. Selene era venerata come la dea della Luna Piena che guidava il suo carro, trainato da vacche bianche con corna a forma di mezzaluna, nel cielo notturno. Questa seconda fase della vita evoca anche la dea Mnemosine, madre delle nove Muse6. Questa è la personificazione della memoria che si perde col passare del tempo. La memoria oggi è considerata “non soltanto un nastro registrato del passato; è costruttiva, evocativa, acuta e l’inizio della meditazione”7. In questa seconda fase, Mnemosine guida i movimenti della Luna Progressa per ricollegare le esperienze e le memorie emotive della prima fase.

La Luna Progressa rappresenta gli archivi di tutto ciò che abbiamo gustato, toccato, osservato, odorato e sentito. I ricordi lunari sono archiviati nella psiche come immagini, simboli, sensazioni, impressioni ed istinti; oppure sono “segnati” sul nostro corpo. La memoria lunare non è lineare, registrando date ed avvenimenti, ma si esplicita attraverso i sogni ed i nostri sensi. Mnemosine trova la sua voce attraverso la poesia; i suoi ricordi sono fermati nei frammenti di una canzone, di una storia o di una fiaba. Lei “usa le strutture della narrativa, dell’epica, della canzone o del mito per preservare i ricordi”8. La Luna Progressa è ritmica e riflessiva. Mentre attraversa lo zodiaco, evoca sogni, immagini e canzoni che danno continuità al nostro racconto di vita. La memoria e l’immaginazione si intrecciano insieme durante la progressione della Luna.

La memoria lunare è archiviata anche nel corpo, nell’adrenalina e nelle ghiandole olfattive, la tensione muscolare, le allergie e le malattie. Non c’è da meravigliarsi se spesso la Luna Progressa si sincronizza con gli andamenti della salute. Il nostro corpo ricorda. Le prime esperienze lunari possono farsi strada verso la coscienza attraverso particolari abitudini alimentari, umore instabile, ansia, ossessioni e rituali, o una ritenzione idrica che deforma il corpo. In questo caso, il cammino della Luna Progressa produce souvenir corporei da parte della psiche. I modelli emotivi che mettiamo in atto durante le nostre relazioni adulte e che sono evocati dalla Luna Progressa, possono trovare le loro origini nelle risposte emotive della prima infanzia. La Luna è consueta e durante la sua lenta progressione lungo lo zodiaco diventiamo coscienti della vita sensibile che sottende alle nostre risposte emotive.

Durante la seconda fase della Luna Progressa attraverso lo zodiaco, viene attraversato lo stesso territorio astrologico della prima fase. Ormai non più vergine, la Luna Progressa ricorda le immagini e le impressioni dell’ultima fase; durante questo periodo agisce come agente di scioglimento, lasciando riaffiorare i complessi rimossi, le sensazioni tabù, le memorie represse per respirare nuovamente e per trovare un posto illuminato dalla luce riflessa della Luna Piena. Il ciclo astrologico fornisce lo strumento per collegare insieme i diversi periodi temporali. Così è possibile effettuare un collegamento indietro nel tempo al precedente ciclo, utile a procurarci lo spazio per un processo di riflessione e meditazione.

Il terzo giro della Luna Progressa (da 54.6 a 82 anni) ci inizia alla più avanzata fase della vita, la donna saggia, l’antenata, l’anziana tribale e rugosa, quando le esperienze emotive sono più ancorate e dirette, meno reattive ed istintive. Le nostre attitudini emozionali sono maggiormente integrate e comprensibili, producendo un senso di benessere all’intera comunità. I misteri della parte buia della Luna sono interiorizzati. Questa è la fase della menopausa quando il sangue saggio è interiorizzato e la forza vitale interiore diventa saggezza. Per le donne, l’esperienza della menopausa è il simbolo corporeo di questo processo di interiorizzazione. Ecate Triforme è la dea invocata in questa fase della vita; come le tre dee, abbraccia le tre sfere del cielo (Selene), della terra (Artemide) e degli inferi (Persefone). Tutte e tre le fasi sono in lei perché si trova al triplo incrocio della vita. Il nome dato dai Romani era Trivia (tre-vie, le tre strade) ed in quel punto tutte e tre i cicli si congiungono in uno solo. Madre e bambino sono entrambi interiorizzati ed ha inizio il ciclo guida. In quest’ultima fase Demetra diventa la sacra custode dei misteri della vita, della morte e della rinascita mentre sua figlia regna sul mondo sotterraneo.

Intorno ai cinquant’anni, il secondo ritorno della Luna Progressa capita molto vicino (circa un anno prima) al quarto ritorno Nodale e a metà strada fra il ritorno di Chirone ed il secondo ciclo di Saturno9. Molto spesso segna un punto di svolta in cui avviene uno svuotamento con un conseguente rinnovamento, che viene vissuto come un periodo di grande sensibilità e di grandi cambiamenti.

 

Il primo appuntamento di Margaret avvenne proprio nel mese in cui la sua Luna Progressa ritornava al termine del suo secondo ciclo, più esattamente quattro mesi prima del suo 55esimo compleanno. La sua Casa XI in Scorpione, la Luna esattamente quadrata a Plutone in VIII ed il suo quinconce con Urano in V. Dato che il simbolismo predittivo di questo ritorno era così pregnante, le chiesi cosa ricordava dei suoi 27 anni, esattamente un ciclo prima. “Allora fu quando tutto cominciò”, mi disse. “Cominciò che cosa?” le chiesi.

grafico1.jpg (28607 byte)

A 27 anni Margaret era rimasta incinta. Suo marito l’aveva ignorata rifiutando il suo corpo e la sua nuova forma. Voleva che restasse giovane per sostenere il suo bisogno fanciullesco e fosse d’aiuto per la sua nascente carriera. Margaret aderì perfettamente al ruolo che le fu richiesto ottenendo un grandissimo successo nella sua professione di moglie solerte ed attenta (Nettuno/Sole congiunti in Bilancia al MC), ma con l’aiuto di antidepressivi (Plutone in VIII quadrato a Luna in Scorpione). Ora, vicino ai 55 anni, il suo corpo, più vecchio, stava rivivendo le sensazioni di abbandono, rifiuto e vergogna che l’avevano segnato nel ciclo precedente. Per fortuna, Margaret scoprì di avere una tempra forte, una nuova opportunità le si presentava e cominciò il viaggio di distacco da queste immagini distorte di sé stessa: approfittò di questa fase di ricordo per radunare assieme alcune di queste parti smembrate del suo sé. La Luna Progressa, infatti, è proprio il simbolo predittivo che preannuncia l’arrivo di una nuova fase della nostra vita, e Margaret fu pronta a sfruttarla a suo vantaggio.

 

Contemporaneamente, queste tre fasi corrispondono con il ciclo della vita familiare dal bambino al genitore ed al nonno, che gli antichi conoscevano rispettivamente come la giovinetta o bambina, la madre o sposa e la vecchia o saggia. Le tre generazioni familiari fanno continuamente parte del ciclo di progressione lunare perciò il movimento della Luna Progressa può anche descrivere cambiamenti nell’atmosfera familiare (sia nella famiglia d’origine che in quella di scelta o in entrambe), e più specificamente nel rapporto madre-figli. Sistematicamente, la Luna Progressa rappresenta spesso l’atmosfera emotiva che avvolge il bambino o la madre. Per esempio, quando Margaret stava affrontando l’entrata in questa nuova fase della sua vita, suo figlio e sua madre furono anch’essi coinvolti in un periodo emotivamente intenso della loro vita.

 

 

Il Gioco del Cerchio

 

"Siamo schiavi nel carosello del tempo

Non possiamo tornare possiamo solo guardare indietro

Da dove veniamo

E giriamo giriamo giriamo

Nel gioco del cerchio"

(Joni Mitchell, Il Gioco del Cerchio)

 

Queste tre rotazioni della Luna Progressa sono rappresentate nel nostro oroscopo personale dal movimento della Luna attraverso le Case e dagli aspetti che questa forma con gli altri pianeti.

Il secondo ciclo della Luna nello zodiaco ripete religiosamente il primo ciclo. Le progressioni lunari, dopo il completamento del primo giro a 27.3 anni, ricontattano sensazioni primitive o ancestrali vissute durante il primo ciclo. In The Sibling Constellation porto un esempio: quando nacque la sorella di Carl Gustav Jung, la sua Luna Progressa stava quadrando Marte, che simboleggia vissuti di competizione, rivalità o l’impressione di un intruso (è interessante notare che Freud ha lo stesso aspetto, nella sua Luna Progressa, quando nacque suo fratello). Esattamente 27.3 anni più tardi, quando la Luna Progressa era nella stessa posizione, Jung scriveva a Freud apostrofandolo come un “rivale pericoloso”, riferendosi al comune interesse per la psicologia della religione10. Mnemosine ordisce nuovamente il tema marziano della rivalità nella storia della vita di Jung permettendone la riflessione e lasciando spazio per la meditazione. L’arte di raccogliere assieme tutta la storia della nostra vita è l’opera che si prefigge la Luna Progressa.

Comunque, l’obiettivo non è facile fintanto che la memoria lunare non è esteriorizzata, espressa e concretizzata. Lavorare con la Luna Progressa richiede acute capacità di ascolto a causa dell’incertezza delle immagini psichiche.

 

Le immagini assorbite nelle case dell’oroscopo sono ricche e complesse. Nel momento in cui la Luna comincia il suo secondo giro dello zodiaco, il terreno è qualcosa di familiare e, mentre progredisce attraverso le case, richiama le associazioni passate con le esperienze primitive associate a quell’area della nostra vita. Agisce come agente di scioglimento dei complessi più duri, spesso rivelandoci la ricchezza dell’autentico sé seppellito sotto le macerie. Come studenti impariamo il potenziale significativo del passaggio della Luna Progressa nelle case del nostro oroscopo. Comunque, ad ogni giro operiamo un collegamento con gli aspetti passati, selvaggi e vergini del nostro sé, e ci si offre l’opportunità di ricollegare gli aspetti scissi dispersi nel paesaggio (come simboleggiato dalle Case). Mnemosine, attraverso le immagini, i sogni e le sensazioni aiuta a ricordare e a raccogliere in maniera omogenea la narrazione della nostra vita.

Quando la Luna Progressa entra in una nuova Casa dell’oroscopo, evoca i complessi e le soluzioni contenute al suo interno, generalmente simboleggite dai pianeti presenti nella casa stessa.

John raccontava di sentirsi particolarmente ansioso, ma non era assolutamente cosciente di quali fossero le ragioni che causavano tale sensazione. Aveva 32 anni quando venne da me per la consultazione e la sua Luna Progressa aveva appena attraversato il suo FC, un punto personale molto potente in ogni oroscopo. Plutone ed Urano erano in IV Casa opposti a Saturno e Chirone in X. Durante il consulto gli chiesi cosa era accaduto quando aveva 5 anni, esattamente un ciclo prima quando la Luna Progressa attraversava per la prima volta questo territorio.

grafico2.jpg (29517 byte)

La sua faccia sbiancò. Mi disse “Morì mia madre!”. Esplorammo quella morte, la sua perdita, il suo dolore, ma la parte razionale di John non riusciva a collegare l’ansia del presente con l’esperienza di perdita che aveva vissuto da piccolo. La mia esperienza sul tempo nella psiche è che questo è praticamente impeccabile, ma ora continuo il racconto. Gli chiesi di parlarmi dei suoi rapporti, del lavoro e della famiglia. Recentemente erano accaduti due eventi significativi: una collega a lui molto vicina aveva appena lasciato il posto di lavoro dopo cinque anni di stretto rapporto e il suo cane, che aveva amato per cinque anni, era stato investito da un’auto ed era morto. “E’ possibile”, gli dissi “che il confluire dell’allontanamento della tua collega e la morte del tuo cane ti abbiano fatto ricordare l’esperienza che hai vissuto a 5 anni?”. Cominciò a singhiozzare dimostrandomi che le lacrime che aveva trattenuto, durante il fluire del tempo per la morte della madre, ora erano state liberate.

Qualche settimana dopo, John mi spedì una bellissima cartolina in cui mi ringraziava per quell’incontro; proprio dopo di questo, mi diceva, aveva sognato sua madre ed aveva percepito di conoscerla meglio. L’ho immaginato seduto sul trono di Mnemosine, il trono della memoria, a raccogliere alcuni dei suoi frammenti sepolti nella sua IV Casa.

 

NOTE

(*) Brian Clark è uno dei tutor principali nel programma quadriennale di Astrologia Applicata, Astro*Synthesis. Conduce due semestri sulla Mitologia, sia come parte del programma che per il programma Nexus. E’ il co-fondatore del Centro Chirone di Melbourne, dove conduce la sua attività privata di consulente astrologico. E’, inoltre, laureato in Lettere Classiche ed Archeologia alla Melbourne University dove spesso tiene viaggi guidati ai luoghi sacri dell’antica Grecia.

(1) Avvicinandosi il millennio, c’è un apparente interesse nella storia del calcolo del tempo e dei calendari.

(2) In The Sibling Constellation (Penguin Arkana, London, 1999) ci sono esempi di Luna Progressa redatta per la nascita di un fratello e per altri punti nodali del ciclo di vita familiare.

(3)  Il movimento della Luna Progressa varia tra 12-15 gradi l’anno.

(4) Virginia Woolf, Orlando (Granada Publishing, London: 1977), 49.

(5) Studi recenti rivelano che la vita media di una donna in Australia è di 82 anni, età questa perfettamente sincronica al ritorno della terza Luna Progressa.

(6) Il nove è un numero lunare, 1/3 del ciclo lunare. Questo ciclo può essere diviso in tre cicli di nove anni ciascuno che creano, a loro volta, nove sottocicli nei tre cicli della Luna Progressa.

(7) Ginette Paris, Pagan Grace (Spring, Woodstock, CT: 1995), 121.

(8) Ibid, 121.

(9) Generalmente, nella vita di un individuo, il periodo compreso tra il ritorno della Luna Progressa e quello di Saturno è una fase molto potente di riorientamento.

(10)  Brian Clark, The Sibling Constellation, p.75. All’interno del libro ci sono esempi simili riguardo la sincronicità della Luna Progressa.

 

 

TORNA A TRADUZIONI


HOME