Sintesi dei messaggi inviati dal 15 luglio all’8 agosto 2003 sul tema:

 

LA MAILING LIST RISERVATA

CONVIVIO ASTROLOGICO


A cura di Maria Grazia La Rosa

 

 

1) Aspetti storici

 

La Mailing List riservata “Convivio Astrologico” nacque dall’idea di formare un’associazione virtuale, che con il tempo e le persone interessate, sarebbe potuta diventare un solido gruppo, seppure eterogeneo, che confrontasse le varie opzioni di studio e di ricerca astrologica con dedizione e serietà. Per raggiungere quest’obiettivo erano necessari alcuni importanti presupposti: ambiente a carattere riservato; trasparenza; collaborazione e competenza, oltre alla costante presenza dei fondatori che svolgessero il compito di stimolare il dialogo e creassero un ambiente più vivace possibile, anche nei contenuti.

In un primo momento ci furono idee discordanti sul giorno d’apertura, a causa della lunga quadratura fra Saturno ed Urano di quell’epoca (anno 2000), poi, aspettando un po’, fu deciso di evitarla e di accettare, anche se malvolentieri, la retrogradazione di Mercurio, ma almeno con il modello ad Aquilone nel Tema Natale, che fu considerato una configurazione protettiva.

La data di nascita fu quindi: 13 luglio 2000, ore 11,45 – Roma.

 

 

2) Luna Nuova Prenatale

 

Il Tema di Luna Nuova Prenatale rappresenta lo strumento per comprendere il seme ed il futuro sviluppo di un individuo. In questo caso analizziamo quello della Mailing List.
La Luna Nuova Prenatale si forma l’1/7/2000 alle ore 19.21 GMT. Il novilunio è in Cancro, a 10°14’ e rafforza il modo di esprimersi della List; i contenuti cancerini vengono esaltati, così come viene esaltata la casa in cui cade questa LN, la X radix. L’accento è quindi posto sull’autonomia, sulla differenziazione dalla “massa” delle List, cioè su un discorso elitario e molto costruttivo.
Lo stellium della LNP cade in VI casa radix del TN di Convivio: il successo è subordinato ad un lavoro duro e a volte non gratificante, di routine. Ci sono regole da rispettare e il Marte in VI può indicare anche conflitti nello svolgimento quotidiano della List. L’Ascendente in Capricorno cade nella IV casa radix. Come in un gioco di specchi è richiamato lo stellium in Cancro in casa X del radix: c’è bisogno d’autonomia e di successo attraverso un clima intimo, amichevole, collaborativo.
LNP.jpg (36441 byte)

L’asse X-IV è richiamato nel radix anche dall’asse dei Nodi. Nodo Nord in X: il destino della List è l’affermazione sociale, la notorietà, ma le sue radici sono nella IV casa radicale, dove c’è anche la Luna Nera.

Riguardo al Tema di LNP, allo stellium in VI si contrappone la Luna Nera in XII e ciò significa che ci sono regole ben precise, che possono creare attrito (Marte), ma anche la sintesi globale, la comprensione al di là ed al di sopra delle regole della casa XII alle quali, comunque, la Luna Nera richiama come ricerca del significato ultimo che può diventare anche estenuante, perché sia la XII casa, sia la Luna Nera non hanno un significato razionale, ma comprendono il Tutto e la nostra società fatica a seguire questa ricerca d’assoluto.

 

 

3) Modello planetario

 

Il Modello Planetario nel Tema Natale di Convivio è la Clessidra. Si sviluppa, cioè, in due gruppi che mostrano il punto d’incrocio (asse d’equilibrio) fra la I e la VII casa. La porzione sottostante contiene quattro pianeti, così ripartiti: Luna-Plutone, nel settore Nord-Est, primo quadrante; Nettuno-Urano, nel settore Nord-Ovest, secondo quadrante. Apre la parte sottostante Plutone in Sagittario e chiude Urano in Acquario.

La porzione sopra l’orizzonte contiene sei pianeti (quindi possiede maggiore energia rispetto all’altra porzione). Saturno-Giove, nel settore Sud-Ovest, terzo quadrante; Mercurio/r, Marte, Sole e Venere in stellium in casa X, in posizione Sud-Est, quarto quadrante. Apre la parte sovrastante Saturno e chiude Venere.

Nel modello Clessidra ha grande importanza la presenza di uno o più quinconce. In questo caso ce ne sono tre, di cui uno con orbita di poco superiore a 2°, mentre gli altri due rientrano nell’orbita dei 2°. Il modello Clessidra, essendo bipolare, necessita sempre di una o più opposizioni e da queste si ricava il punto preciso d’incrocio che, in questo caso, si trova fra la I e la VII casa. I governatori di queste due case vuote sono Venere e Marte (entrambi appartenenti allo stellium in X, ma non in aspetto specifico tra loro e questo determina una possibilità di trovare l’equilibrio che la Clessidra richiede, impegnando energia ed affettività e sapendo fare le scelte giuste).

Nella posizione per casa dei pianeti “guida” (Plutone e Saturno), si trova il punto di contatto fra il mondo esterno e quello interno, fra le persone e l’ambiente. Ecco che la casa III e IX suggeriscono di esternare, di confrontare, ma anche di concretizzare quello che l’ambiente esprime, attraverso i mezzi di comunicazione.

Il pianeta o i pianeti “focali” della Clessidra sono quelli che restano fuori dell’incrocio di bordo e, in questo caso, sono soltanto Saturno ed Urano. Qui si conferma l’importanza di Saturno, con l’aggiunta d’Urano che ha già iniziato ad avviarsi verso un trigono al MC, ed è molto positivo che i due pianeti focali siano in trigono celeste.

C’è poi da considerare la Dominante Elementale, che distribuisce l’energia da usare. Essa è suddivisa fra Fuoco-Acqua ed Aria. Nove pianeti sono distribuiti in tre elementi, in parti uguali, mentre soltanto uno (Saturno), rappresenta la Terra. L’oscillazione del modello deve fare i conti con una certa difficoltà nel trovare l’energia per mantenersi in stabile equilibrio; occorre tempo e saggezza (Saturno), tenacia e contenimento (Saturno in Toro), nonché lungimiranza ed entusiasmo (Saturno in IX casa congiunto a Giove, terzo quadrante). Occorre, in sintesi, cercare in Saturno la capacità di rendere tangibile, di dare forma a quel progetto (Aria-Fuoco) che parte dal primo e secondo quadrante.

Nella parte sottostante apre Plutone in congiunzione alla Luna. Il desiderio di potere espresso da Plutone deve fare i conti con il bisogno d’appartenenza idealistica della Luna. Questo potere potrebbe esprimersi in un ambiente di comunicazione che vuole trasformare un metodo di contatto, intenso, ricco, culturale, ma nello stesso tempo intimo, che cerca la sua identità in uno scambio un po’ romantico e comprensivo, talvolta caotico, altre volte drastico e pragmatico (Nettuno ed Urano in V). Poiché Urano è il pianeta che chiude nella porzione sottostante, si può dire che si presenta la necessità di operare vari cambiamenti virtuali, ma anche di accettare contatti eterogenei da rispettare e mantenere (segno fisso).

La porzione in alto della Clessidra è quella più forte: è lì che troviamo tutti e quattro gli Elementi. Saturno in Terra; Giove in Aria; Mercurio-Marte-Sole in Acqua; Venere in Fuoco. Lo stellium in casa X si suddivide in due segni (Cancro e Leone). Esso si esprime nella modalità cardinale. Richiede, quindi, azione. Vuole manifestarsi in maniera autosufficiente (Cancro), ma vive anche moti d’orgoglio (Venere in Leone), facendo così leva su principi di dignità (Leone), ma anche d’affettività e di scelte (Venere, che chiude la parte superiore del modello ed assieme a Mercurio riceve tutte le “scosse” provocate dai transiti allo stellium, sia vantaggiosi, sia difficili).

Molto importanti saranno, quindi, tutti i movimenti planetari ai confini delle due parti ed in particolare di Saturno, cui spetta il maggior lavoro per equilibrare quella mancanza di Terra nel Tema. Saturno è talmente importante che si può considerare inserito nella Dominante del Tema nel suo insieme, oltre a mostrarsi prevalente nel modello, dove, assieme ad Urano, esprime (come pianeta focale) le migliori qualità che la List possiede: serietà, rigore, ambizione, senza escludere la parte opportunistica, che nasce dalla necessità di differenziare questa List dal mondo variegato ed espanso della rete, restringendo l’ambiente, in modo da renderlo più selezionato.

Il modello Clessidra si basa, quindi, sulle opposizioni che creano le due coppe opposte dei raggruppamenti planetari. Esse rappresentano, rispetto alla simbologia planetaria, l’impulso dinamico della List, le forze d’azione che, attraverso il confronto, la diversità, il contrasto, richiamano alla scelta e al compromesso.

La personalità di questo modello può essere confrontata con le caratteristiche del segno della Bilancia, che è alla continua ricerca del suo equilibrio per raggiungere l’armonia di cui necessita. Non a caso l’Ascendente è in Bilancia ed una Venere incisiva partecipa al contenimento della coppa superiore, spiegando come la List vuole essere vista e riconosciuta dal mondo esterno: come una “società” (Bilancia) coesa (stellium), che raggiunge un risultato d’autonomia e dignità (casa X). Il “progetto” chiede di procedere in sintonia (Sole in X) con le simbologie della casa e del segno e con le premesse da cui è nato (Luna-Plutone), per giungere ad un risultato soddisfacente, dove il senso del “privato” (Cancro) emerga dignitosamente (Venere in Leone), seppure mostrando una certa arroganza e presunzione d’intenti.

Il problema di questo modello potrebbe emergere, attraverso una dinamica di rapporto, fra l’impostazione della struttura ed il mondo di chi la vive, esprimendo il desiderio di sentire opinioni diverse, di adattarsi alla realtà degli altri, per un confronto che non può essere vissuto solo attraverso la professione o le letture.

Come spiega Jenski, la presenza di uno o più quinconce nel modello Clessidra porta la tipica situazione di “molto fumo e poco arrosto” e questo qualche volta è accaduto. Occorre fare attenzione se nella formazione dei quinconce siano inseriti i pianeti governatori delle due case vuote che stanno al centro dell’incrocio (l’asse d’equilibrio). In questo caso sono Venere e Marte. Venere non partecipa ad alcun quinconce, mentre Marte forma aspetto con Urano (Urano/r a 19°56’ Acquario e Marte a 17°51’ Cancro = orbita di 2°05’). Si può, allora, dedurre che questo quinconce non aiuti nella concretizzazione e consenta, invece, di sprecare energie che potrebbero essere impiegate meglio, specialmente perché, essendo Urano il secondo pianeta “focale”, agisce con impeto.

C’è anche il quinconce Marte-Luna (Marte a 17°51’ Cancro e Luna a 16°48’ Sagittario = orbita di 1°03’) che però è meno incisivo perché discendente. Mentre il quinconce Mercurio-Plutone è un po’ più complicato e molto introverso (Mercurio/r a 11°07’ Cancro e Plutone/r a 10°28’ Sagittario = orbita di 0°39’, che è buonissima ma, poiché i due pianeti sono entrambi retrogradi, si complicano le cose, in quanto l’orbita di Plutone non si può considerare perfetta dalle effemeridi). Comunque, volendolo ugualmente considerare, visto che ci sono state nel passato molte polemiche, potrebbe essere davvero “tanto fumo e poco arrosto”…

Inoltre c’è anche da considerare l’Aquilone, anche se incompleto, ed il Punto di Talete, che esiste proprio perché l’Aquilone è incompleto, o meglio, manca il pianeta all’Ascendente per formare la “testa”. Il punto apice di Talete è Giove che forma l’aspetto dall’opposizione Venere-Nettuno che è trigono a Giove, a sua volta sestile a Venere.

E’ però interessante notare come un ottimista Aquilone sia il fulcro geometrico del Tema Natale ed il suo vertice è fortemente simbolico: la parte copiosa del Tema sta tutta nello stellium concentrato in una casa di “rappresentanza” come la X, la cui strutturale concretezza “terrena” è addolcita dal ben più metafisico Cancro con Mercurio, Marte, Sole, Nodo Nord e Venere, che denuncia una straordinaria coerenza d’intenti: la realizzazione, il presentarsi al grande pubblico in chiave vittoriosa e competitiva non prescindono mai dalla profonda fusione con i temi ispiranti, dall’amore conoscitivo (empirico), ma anche viscerale (Cancro). Così appare anche a chi dal di fuori giudica (Venere in sestile all’Ascendente). Infatti si può cogliere al primo sguardo una prolifica caratteristica teorico-speculativa, saggiamente protesa verso la socialità ed il confronto organizzato (Ascendente Bilancia).

Giove in Gemelli in IX casa apre alla comunicazione, alla scoperta di posizioni razionali lontane, allo studio superiore e all’approfondimento. Ottimo anche il contributo di Saturno, che completa idealmente la X con una forte credibilità (Toro) e grande autorevolezza, evidente effetto della serietà accompagnata alla passione. Nettuno è uno dei vertici del Grande Trigono che l’Aquilone ingloba; la sua posizione nell’Acquario conferma l’ampio respiro conoscitivo della List, mossa da ragioni di sincero attaccamento verso la materia. Urano in V, sestile alla Luna, non poteva che applicare le sue tante energie al campo informatico, dando a questa List il taglio telematico che è, formalmente, la sua prima caratteristica. Infine, la curiosa ed affascinante congiunzione Luna-Plutone in III: nonostante la sicura forza d’attrazione che intellettivamente questa List produce c’è una sorta di “timore” riguardo alla diffusione dei concetti, collegati ad un’impalpabile malignità avvertita forse nelle condizioni di anarchia del mezzo internet.

 

 

4) Tema Natale


Se fosse un individuo il Sole in Cancro sarebbe motivato da bisogni e desideri profondamente emotivi. In effetti, la condivisione delle esperienze emotive ed il raggiungimento di un certo coinvolgimento “intimo” fungono da collante tra i partecipanti alla List che ha spiccate qualità materne e nutritive.

Di fatto, è stato concepito come un nido, nel quale si potessero esprimere delle idee con la maggiore sicurezza possibile. E’ un ambiente dove si dà valore alle emozioni e dove la sensibilità è una qualità graditissima, se non indispensabile. Si è venuto così a creare un ambiente familiare in cui gli iscritti possono dialogare in una situazione protetta. L’aspetto di quinconce ad Urano mostra che la vitalità fiorisce sulla libertà di cambiamento, eccitamento, sperimentazione e ribellione: è presente originalità ed inventiva, spesso in modo molto creativo ed anticonvenzionale; la List ha il coraggio delle proprie “insolite” convinzioni e lo stesso aspetto mostra un’avversione per la monotonia e una tendenza a “cambiare per il gusto di cambiare” o gettare da parte ciò che molti vorrebbero trattenere. TN.jpg (36756 byte)

L’Ascendente in un segno d’Aria dà alla List una mentalità svelta ed attiva, curiosa, socievole, portata all’amicizia e (ovviamente) alla comunicazione verbale. “Comprendere” è una necessità basilare, perciò il mondo dei concetti è valorizzato ed incentivato, così come la comunicazione e la percezione dei punti di vista altrui. La vita di questa List, con il suo Ascendente in Bilancia, è centrata sulle relazioni e sulla partecipazione che sono anche espresse dalla presenza di un sito, dove vengono pubblicati i lavori collettivi o dei singoli iscritti, fungendo da “vetrina” sul mondo.

La Luna in Sagittario evidenzia come la List sia aperta a cambiamenti d’esperienza che si accettano con entusiasmo, manifestando fiducia e forza. Questa posizione richiama una predisposizione ad indagare, a cercare il significato delle cose e un orientamento umanistico. Promuovere i propri ideali e progredire verso mete future si sposano bene con questa Luna. D’altra parte, predomina un atteggiamento tollerante, ottimista e di larghe vedute anche verso i più diversi approcci. Il Sagittario, in questo caso, può rappresentare anche la distanza logistica tra gli iscritti. Il quinconce che la Luna forma con Marte sta a significare che forti reazioni emotive si uniscono ad iniziativa ed ambizione, creando un istintivo desiderio d’azione.

Il bisogno incessante di realizzare i propri desideri è dipendente dalla forte necessità di sentirsi a posto con se stessi ed i pensieri espressi nella List sono influenzati da sentimenti e desideri profondi, mentre la capacità intellettiva ed il linguaggio sono manifestati con sensibilità, emotività ed intuizione. Si comunica a livello emotivo, istintivo e sensibile, tendendo a proteggere le proprie affermazioni. Mercurio in Cancro nutre nuove idee, finché esse sbocciano come lavori da pubblicare, spesso con l’apporto di una buona parte degli iscritti. Bisogna però prestare attenzione a pregiudizi e timori inconsci che possano interferire nella formazione obiettiva di nuove idee. Il bisogno di penetrare nel cuore dell’esperienza sottolinea le proprie comunicazioni come è indicato dal quinconce di Mercurio a Plutone. Vi è necessità d’apprendere attraverso esperienze approfondite, intense e trasformative, anche se ciò significa rompere dei tabù.

L’affettività e l’attenzione sono espresse in maniera attiva, diretta e “grandiosa”, come indica la Venere in Leone. La partecipazione ad attività vivaci ed a reciproche aspirazioni ed entusiasmi portano all’instaurarsi di un’atmosfera di amore e d’intimità con gli altri. All’interno della List, infatti, l’affettività è espressa spesso con calore ed entusiasmo. E’ presente una certa dose d’orgoglio e bisogno di riconoscimento. La posizione di Venere auspica socialità ed espressioni d’amore, colorate di allegria, generosità e lealtà.

Il segno del Leone possiede una ben delineata concezione di vita, nella quale si riflette l’innata nobiltà del suo cuore ed il substrato idealistico del suo essere. Accanto ad un’energia non comune e ad un altrettanto forte orgoglio, troviamo l’aspirazione non tanto al dominio quanto alla guida degli altri. La Venere in Leone è anche egocentrica e pensa che tutto inizi da essa come se fosse il centro dell’universo e se non le si riconosce una regalità innata reagisce male perché toccata nel suo smisurato orgoglio.

Marte in Cancro ci parla di sottigliezza emotiva e costanza, di un bisogno del sentimento altrui e d’intensità dell’esperienza emotiva. Si ricollegano a questa posizione, probabilmente, le ripetute affermazioni sulla natura umanistica della List, il richiamo alle proprie radici per chiarire i propri desideri e capire la direzione del proprio obiettivo. La capacità decisionale può essere inibita da sentimenti inconsci di paura e vulnerabilità e stimolata da un sentimento di protezione e di cura, perseguendo i propri desideri con tenacia ed intuizione, con un istinto di autoconservazione ed un senso del tempo nel conseguire le proprie mete.

Giove in Gemelli dà una grande fiducia stimolata dall’esplorazione di nuove idee, dalla comunicazione con nuove persone e dal miglioramento sociale che per la List si esprime nella produzione e pubblicazione di nuovi lavori. Si cerca di crescere e migliorare attraverso la comunicazione, lo sviluppo di numerosi argomenti. Vi è forse una certa dose di dispersività data da una curiosità mutevole, ma c’è anche il bisogno di sviluppare intelligenza e ragionamento. L’importanza della buona comunicazione è profondamente sentita nella List ed è forte il desiderio di giovare agli altri come fonte d’informazione.

Saturno in Toro ha necessità di stabilizzare la propria efficienza e precisione nel lavoro quotidiano, sviluppando un approccio sistematico alle cose e perseguendo una solida produttività. L’integrità della List e la sua sicurezza sono basate su lealtà, stabilità ed affidabilità, ma il conseguimento delle mete potrebbe essere ostacolato dalla pigrizia.

E’ da notare, inoltre, l’assenza di pianeti in case d’Acqua. Forse perché, non essendo una List una persona, non può avere un subconscio nel quale progredire attraverso un processo d’acquisizione di coscienza con l’assimilazione dell’essenza del passato.

La casa più accentuata è sicuramente la X per la presenza dello stellium. Questa casa di Terra riguarda l’azione a livello materiale e, tradizionalmente, rappresenta la posizione di ciascuno nel mondo, la reputazione, l’ambizione e la vocazione. Indubbiamente questa List si sente chiamata a contribuire all’approfondimento dell’Astrologia ed alla sua divulgazione.

In questo Tema la caratteristica che prima di tutto salta agli occhi è la dialettica segni-case, che ribalta, o meglio scambia l’ordine classico delle co-significanze: cuspide della prima casa (cosignificante Ariete) sulla cuspide del segno opposto (Bilancia), cuspide della decima (cosignificante Capricorno) su quella del segno opposto (Cancro) e così via per tutte le case.

Da un punto di vista molto generico, ciò è insieme un rischio ed una grande opportunità. L’IO ed il TU, l’individuale ed il collettivo, il dentro ed il fuori, sono infatti mescolati in modo da rischiare la reciproca intrusione o addirittura la sostituzione, rendendo confusi i contorni e le competenze specifiche tra caratteri e ruoli (tra le personalità dei singoli iscritti ed i diritti-doveri degli stessi in funzione del gruppo). Si potrebbe ipotizzare, ad esempio, che l’appartenenza al gruppo prevalga negli interventi individuali che verrebbero, così, influenzati o in parte alterati dal desiderio-bisogno (più o meno consci) di un “pubblico” a cui mostrare, di sé, un’immagine nel bene o nel male finalizzata al collettivo… e questo graverebbe sulla spontaneità ed autenticità dello scambio offerto. Viceversa, laddove è il gruppo a mostrarsi o a muoversi, proponendosi come organismo unico ad un pubblico (in questo caso esterno), esso potrebbe venire frenato o a sua volta influenzato da questioni personali dei singoli (antipatie, disagi, aspettative, finalità), interpretate o proposte come motivazioni collettive.

Questo è il rischio, appunto, mentre l’opportunità è che l’IO ed il TU si scambino competenze, nel senso che l’IO diventa effettivamente e giustamente il gruppo, mentre i diversi TU vengono singolarmente, da questo, arricchiti: insomma, ognuno porta il proprio contributo alla mensa comune ed in cambio si ciba di una pietanza che risulta più abbondante e più gustosa – soprattutto più nutriente – del singolo ingrediente. Ma questa è alchimia e non sempre riesce…

Tale difficoltà viene in qualche modo ribadita da quella che appare essere l’opposizione più delicata del Tema, quella tra Venere e Nettuno. Opposizione tipica delle “illusioni d’amore”, ma anche della confusione tra realtà ed aspettative in ogni esperienza interpersonale. Tra l’altro, anche qui l’individuale e l’universale (in questo caso il collettivo) sono ribaltati, visto che Nettuno è in quinta casa e Venere, pur già in decima, è in Leone: abbiamo, quindi, da un lato, un amor proprio non del tutto opportuno nella casa della realizzazione comune e, dall’altro, un senso d’identità non molto sostenuto, proprio dove il singolo contributo creativo dovrebbe esprimersi come esaltazione delle singole caratteristiche e quindi anche come dono. Senza dimenticare che c’è pur sempre una congiunzione Sole-Marte in Cancro a rendere possibile, anche nelle manifestazioni di scambio più intimo ed “inter-emozionale” (verbalmente generose, visto il governo di Mercurio-Cancro e Giove in Gemelli), una priorità autoaffermativa non necessariamente conscia e tanto meno palese (tale congiunzione è governata da una Luna congiunta a Plutone proprio in terza casa).

In conclusione, si tratta indubbiamente di un tema complesso, più ricco ed intenso di quanto possa sembrare a prima vista, che indica una grande occasione di capire ed esperire il senso più nobile del lavoro di gruppo per una finalità comune, nonché di realizzarne le premesse.

 

 

5) Profilo psicologico

 

Dal punto di vista del “progetto”, la ML Convivio Astrologico nasce con un Sole in casa X che suggerisce un obiettivo allargato di soddisfare un bisogno comune. C’è anche la necessità di diventare “visibile” e distinguersi per le sue ambizioni e la sua vocazione ad essere “leader” nel mondo delle ML. Le caratteristiche di autonomia e indipendenza sono da tenere in conto: Convivio vuole farcela da sé e non vuole dipendere da nessuno. Questa è la sua vocazione anche se poi vi saranno difficoltà a raggiungere pienamente l’obiettivo, almeno sul piano dell’immagine. Forse manca la determinazione nel portare avanti le cose, come se in fondo ci fosse il bisogno di fare da sé, ma anche di essere visti come persone sempre pronte a socializzare e ad accogliere i bisogni del mondo esterno.

Il Sole si trova in Cancro e ciò fa immediatamente pensare ad un volersi mostrare per le proprie qualità di sensibilità che possono essere tradotte in una particolare predisposizione a creare un clima di familiarità e d’intimità tra tutti i suoi partecipanti.

Ciò che non bisogna sottovalutare è anche il desiderio di unire testa e cuore, ovvero di discutere di argomenti di carattere astrologico, ma non viene disdegnato nulla che sia di carattere personale ed intimo e questo, data l’opposizione di Venere a Nettuno (IV-X), potrebbe anche essere un limite, o meglio è sicuramente la parte su cui occorrerà lavorare, perché potrebbero esserci romanticismi e, a volte, sentimentalismi che poco collimano con la vocazione professionale che la decima casa richiede da una Lista di discussione di astrologia. In effetti, trattandosi di un’opposizione, indica che Convivio dovrà affrancarsi da queste nostalgie e da certi bisogni un po’ languidi che possono sembrare molto di “sostegno”, ma che, in realtà, finiscono per minare la forza e la struttura professionale che sono il vero scopo della List.

Il Sole congiunto a Marte mostra un grande bisogno di affermazione, caratterizzato anche da un po’ di suscettibilità e permalosità ed anche da un senso di discontinuità nel portare avanti le cose (Marte è in quinconce alla Luna), ma indica anche che c’è bisogno di trovare una via di mezzo tra la parte emotiva e quella razionale e tra l’immagine che si vuole dare a livello pubblico e la capacità di entrare in contatto dei partecipanti.

Mercurio forma anche un quinconce con Plutone in III e questo indica una grande potenzialità ad entrare in profondità in ogni cosa, ma anche una serie di difficoltà ad essere veramente aperti. Indica, anche, una certa propensione alla polemica, proprio perché Mercurio si congiunge a Marte. La contrapposizione dialettica è positiva e costruttiva, ma non deve essere preda di ombre e paure che possono celarsi dietro al quinconce con Plutone che indica una difficoltà a riconoscere le vere motivazioni di alcune diatribe, che possono essere di altra sostanza rispetto ai contenuti apparenti.

C’è una dicotomia tra il Sole e l’Ascendente che tende a dare alla List un’immagine di grande equilibrio, di scambio culturale, estetico ed anche affettivo ed intimo (Venere opposta a Nettuno). E’ come se volesse caratterizzarsi per l’armonia ed il senso di mediazione che dovrebbe regnare all’interno. In realtà, nel suo nucleo c’è molta più forza e molto più spirito di competizione e di bisogno d’individualità che appartengono sia alla List sia ai suoi iscritti.

La X casa riflette anche lo spirito della “madre” e, in questo caso, emerge chiaramente la forte ambizione della sua fondatrice cioè il grande bisogno di fare di questa ML quasi una famiglia con obiettivi comuni, in cui possa esserci qualcosa di creativo che possa “elevare” e far crescere la conoscenza dell’astrologia e comunicarla, farla conoscere, rendendo pubblico e spesso “pubblicabile” il lavoro che verrà fatto.

Ma la comunicazione non sempre sarà facile. Plutone è quinconce a Mercurio e il tutto è sottolineato da un’opposizione tra III e IX e dall’opposizione tra Plutone e Giove. Questo pone un blocco su un’immensa potenzialità creativa. C’è difficoltà da parte degli iscritti a trasferire su un piano più comprensibile e pratico di comunicazione scritta ciò che, invece, sembra esserci a livello “psichico”; come se ci fossero delle riserve e delle paure ad aprirsi realmente agli altri e a comunicare le esperienze fatte a livello personale.

Il Plutone in III suggerisce una paura di “pettegolezzi” e di giudizi sotterranei che, forse, alberga nell’animo degli iscritti, come se, pur avendo l’obiettivo di crescere e di andare avanti, allargando i propri orizzonti o scambiando il proprio materiale con quello degli altri, vi fossero poi degli impedimenti a livello inconscio che finiscono per bloccare la libera espressione della propria esperienza ed anche della propria conoscenza.

La VII casa si trova in Ariete e Marte è in quinconce alla Luna, signora del Sole di Convivio. Ciò rappresenta una difficoltà sul piano dello scambio, della fiducia e della condivisione: una certa permalosità ed umoralità, ma anche un nucleo di diffidenza ed ostilità molto meno conscio e che agisce dietro le quinte, finendo per disturbare quell’ideale d’impatto morbido e socievole e quel clima da “vera e propria famiglia” che rappresenta la faccia conosciuta e visibile di Convivio. Occorrerà superare l’ambivalenza tra fiducia e dubbio, tra aprirsi e difendersi che rendono altalenante il carattere e la relazione tra i vari membri della ML.

Si potrebbe anche leggere nel simbolico quinconce tra il segno che ospita Sole e Marte ed il segno che ospita la Luna, una certa difficoltà tra l’elemento maschile e quello femminile, oppure tra la parte intuitiva dei partecipanti ed il forte desiderio di razionalità e di riconoscimento a livello esterno. Dovrà esserci, quindi, una maggiore integrazione tra modi e mondi diversi per poter realizzare la possibilità per tutti d’allargare coscienze ed orizzonti, imparando a fidarsi e a scambiare, nonché a trovare punti d’accordo e di condivisione. Solo allora si creerà quel senso di scambio a livelli diversi (intellettivo ed anche affettivo) che il tema della ML segnala come obiettivo e progetto finale, partendo proprio dal lavoro sulle reazioni emotive e sulle parti istintive e reattive dei suoi partecipanti che devono integrarsi con la razionalità e la lucidità che sono anch’esse progetti di Convivio.

 

 

6) Rivoluzione solare 2003-2004

 

L’Ascendente di rivoluzione a 12° Cancro cade nella X casa radix. La configurazione è considerata tradizionalmente la più auspicabile delle combinazioni che si possono realizzare nelle rivoluzioni solari, poiché caratterizza un’annata di azioni efficaci ed incisive, di successo, realizzazione ed affermazione. Inoltre l’Ascendente in X radix, unito al Sole in I casa trigono al MC e ad una Venere abbracciata all’Ascendente fa pensare a tanta soddisfazione ed armonia ed anche alla possibilità di impostare cose importanti specie entro i sei mesi dal compleanno.

TN+RS.jpg (40448 byte)

Il Sole in I casa potrebbe far incorrere nel rischio di un eccesso di fiducia, ma la presenza della Luna in opposizione potrebbe agire da moderatrice. Il fatto che il governatore dell’Ascendente, la Luna, si trovi in opposizione al Sole, nel plenilunio, in casa VII, oltre a suggerire consensi e popolarità, è implicitamente significativo di un ciclo che giunge al suo culmine. Nella tradizione delle rivoluzioni solari, i noviluni ed i pleniluni sono indicativi di annate importanti.

Ciò è sottolineato dal fatto che si realizzano diverse congiunzioni tra i pianeti di rivoluzione e quelli radicali: Venere è congiunta a Mercurio radix ed a sua volta Mercurio è congiunto a Venere radix. Di conseguenza l’Ascendente di rivoluzione è congiunto a Mercurio natale, quindi comunicazione, scambi, contatti, scritti. Plutone di rivoluzione si congiunge alla Luna radix ed infine il Nodo Nord va alla congiunzione di Saturno natale, conferendo maggiore importanza alla sua collocazione natale in casa IX.

Il MC di rivoluzione si colloca nella casa VI ed i suoi governatori si trovano in opposizione, per segno e per casa, sull’asse II-VIII. Giove è trigono a Plutone in VI, configurazione che rafforza il significato del MC in VI radicale. In pratica la realizzazione ed il successo, nonché il raggiungimento degli obiettivi prefissati, giungeranno a condizione di un costante impegno quotidiano e attraverso l’assolvimento di obblighi e doveri.

Mercurio sembrerebbe opposto alla Luna e questa configurazione potrebbe riguardare una comunicazione discontinua, non sempre logica e razionale, caratterizzata da una certa emotività.

Venere, anche se in XII, è largamente congiunta a Saturno ed è trigona a Marte in IX. Si può pensare ad un clima vissuto all’insegna della socievolezza e disponibilità e a soddisfazioni conseguenti a riuscite intellettuali.

Marte ed Urano in XI, il primo trigono anche all’Ascendente, dinamizzano molto tutta la tematica della casa: possibili nuovi interessi filosofici, intellettuali, culturali e adozione di metodi innovativi ed uraniani per favorirli.

Saturno è in XII, ben supportato del resto dal trigono con Urano. Difficoltà, prove da affrontare e maggior impegno saranno da mettere in conto.

Nettuno in VIII potrebbe far supporre che avverranno futuri cambiamenti e trasformazioni che, tuttavia, non si manifesteranno fino al prossimo anno. Infatti nella rivoluzione solare del 2004-2005 si può notare che l’Ascendente di rivoluzione cade nella XII radix, con Giove ed Urano sull’asse XII-VI, Plutone è al FC, il Sole è in X congiunto a Saturno. La IX casa è sempre stimolata dalla congiunzione Luna-Venere, quadrata ad Urano. Mercurio e Marte sono congiunti in XI ed opposti a Nettuno in V. Sembrerebbe un banco di prova…

Tuttavia, per quanto riguarda il 2003-2004 sembra affacciarsi la possibilità di disporre di opportunità che richiederanno impegno e sacrificio, ma soprattutto quello che conta è la coesione, la capacità di rimanere compatti, sia all’interno sia all’esterno. La List pur con le diverse qualità e i difetti di chi la compone, rappresenta in rete un contenitore che non consente abusi, cattiva educazione, cloni, anonimati ed attacchi ingiustificati. Le diversità astrologiche che esistono nella List non devono essere motivo di rammarico, bensì di crescita e di confronto. In fondo si può dire che la storia della List, a tutt’oggi, è una storia di conquiste e, nel tempo, ha guadagnato in profondità e prestigio, ma anche in confidenza e in amicizia, diventando una List sicuramente diversa, anzi unica!

 

 

7) Il Tema Ayanamsa

 

Riguardo alle valenze Ayanamsa, il Vertex in VII in Pesci ci racconta che l’ante-genesi di Convivio si trova nel seme di un sogno: la molteplice interazione, la promessa di condivisione tra pesci d’ogni specie, accomunati dalle acque dell’Oceano… Si tratta di un sogno seminato in acqua. Infatti, così dicono il Nodo Nord, Venere, Luna, Chirone e Plutone.
Secondo la filosofia hindu, l’Acqua è associata alle emozioni, ma anche e soprattutto, al gusto condiviso (Convivio). Il Fuoco è il grande assente del Tema: vi è una carenza ignea che, a volte, potrebbe rallentare l’attività o le azioni.
Il Fuoco è collegato alla vista; i partecipanti non sono visibili, seppur immaginabili.
ayanamsa.jpg (40621 byte)

L’Aria è associata al tatto; qui il settore aereo sensibilizzato dai pianeti è quello dei Gemelli che ospita diverse presenze importanti: il contatto è assiduo, reale, sentito, ma molto mentale e non passa attraverso il livello corporeo. La Terra di questo seme è fertile e ricca, ma richiede cure continue. La Terra è associata all’odorato ed al fiuto che, a loro volta, si ricollegano alla memoria ed all’identità storica del tessuto collettivo con le sue radici. Si tratta di radici terrestri nate da un seme le cui visioni non sfociano nell’illusione, seppure conservino una componente evasiva (Nettuno). Sono radici solide e produttive che arrivano fino alla V casa, capaci di offrire frutti piacevoli anche all’odorato e perciò, suscettibili di restare nella memoria. Dopo l’emersione, con forza, disciplina e perspicacia, il sogno ha affondato e consolidato le radici collettive nella terra ferma di un Nettuno capricornino che, in casa V, può generare il piacere di ottime condizioni terrestri e terrene. L’umidità rende più agevole il passaggio dall’acqua alla terra. La solidità e la durezza della terra garantiscono un buon ricettacolo per l’acqua. Le emozioni fluiscono e migliorano le condizioni del suolo, ma non invadono.

In un certo periodo antecedente alla nascita di Convivio, ci dev’essere stato un trauma nella vita di uno dei genitori; una sofferenza, un dolore, un ritiro consapevole da una certa situazione non voluta né scelta. Appaiono evidenti tracce di incomprensioni e di dissensi in ambito familiare. Il tutto è testimoniato da Chirone nella III casa ed in Scorpione. Il quinconce del Centauro con Mercurio racconta la storia di una donna che prima di dare alla luce la sua creatura (Convivio), era totalmente immersa nei problemi relativi al suo ambiente circostante. Il concepimento della creatura è coinciso con quello dei propri spazi vitali. La congiunzione di Chirone con Plutone e la Luna evidenzia una lunga e difficile gestazione, seguita da un travaglio affannoso. Vi sono stati dubbi sulla propria forza, senso d’inadeguatezza, paure inespresse di possibili plagi subiti o da poter subire: la paura che il nascituro Convivio potesse essere sottratto da qualcuno o che potesse non essere accettato. Ma l’insieme degli aspetti evidenzia, nello stesso tempo, una forza interna superiore al dubbio, alla paura e alla diffidenza. Si tratta dell’inesauribile energia del senso di sopravvivenza, del bisogno di uscire dalle tenebre, per assumersi la responsabilità di gestire un potere ancora oscuro, seppure portatore di luce.

La generazione cui appartiene questa List (Urano e Nettuno in Capricorno, Plutone in Scorpione) è quella dei sogni che non restano nel cassetto, né si lasciano inabissare nelle sabbie di un immenso fondale marino o di un profondo pantano. Ognuno di essi contiene solidissime strutture, capaci di produrre idee originali ed applicabili. L’originalità trova la sua migliore espressione nella coniugazione del vecchio e del nuovo, alla luce di una possibile evoluzione collettiva. Il cambiamento è una potenzialità fortissima che può consolidare le basi degli eventi di questa generazione, ma può anche minarne le basi. Nel profondo collettivo delle liste della stessa generazione, si nasconde un conflitto, forse legato alla polarità appartenenza-estraneità, dipendenza-indipendenza, che potrà generare risorse meravigliose o guerra.

La nascita di Convivio avviene in ambiente sagittariano, alla presenza di una Lilith semisestile alla Luna, quasi madre nubile, fortemente ostacolata da varie opposizioni, ma ostinata nel difendere e promuovere la sua creatura. Di conseguenza, i valori primari della List e del sito sono armonia e giustizia, alla luce di un approccio umanistico; la seconda in Bilancia rappresenta la base della sua stessa identità ed è la bussola d’orientamento per ogni probabile tipo di formazione.

Il neonato Convivio è come un sogno legato ad un grande amore, ma la visione è lucida, consapevole, tramutabile in tangibile e rigorosa realtà. Lo testimoniano gli aspetti del Vertex, trigono a Venere, sestile a Giove e Saturno, ma anche lo stesso Nettuno trigono all’Ascendente, a Saturno e Giove. Consapevolezza, rigore e sogno sono tenuti insieme dall’incredibile collante mercuriano, l’energia mentale, che ne forma anche la base oggettiva: la comunicazione. I simboli dell’anima comunicativa di Convivio sono il Sole, Mercurio, Marte e MC in Gemelli, più una potente casa III ed ancora l’Ascendente in Vergine, elementi che, tra l’altro, non possono permettere chiacchiere vuote, critiche distruttive e ciarle.

La flessibilità nella conduzione giornaliera dei contatti e quindi nel servizio è acquariana, libera nell’espressione, ma rigorosa sui principi. Nei momenti in cui la creatura, nata dalle acque di un sogno, seppur fermamente stabilitasi in terra, cozza contro una logica raziocinante e provocatoria, nascono conflitti che, purtroppo, causano dissensi e perdite, sensibilmente avvertite. Questi corsi e ricorsi sistematici nella loro apparizione ed espressione, sembrano minacciare l’identità stessa della List e la sua eventuale riaffermazione. Ne parlano il Vertex opposto all’Ascendente e quadrato al Medio Cielo, così come il quadrato tra l’Ascendente ed il Medio Cielo. Per fortuna, il ruggito del leone ristabilisce il tracciato dei confini e dei limiti, senza possibilità di confusione di valori: la dodicesima in Leone è vuota.

Convivio possiede solide basi, nona in Toro, per stabilirsi in ambienti estranei alla sua nascita, per arricchirsi spiritualmente e culturalmente con apporti di differente e vario genere, ma è fedelissimo alle sue origini. Il gruppo in cui Convivio interagisce (undicesima in Cancro) è coeso, legato da valori comuni, affiatato in progetti condivisi, rinforzato dall’energia affettiva dell’amicizia che lega i componenti e i frequentatori dell’ambiente, definito un “salotto virtuale”.

Quali sono i compiti di Convivio e da dove scaturiscono?

Il Nodo Nord in decima ed in Cancro parla di un quadro ben preciso: nel passato, c’è stata una negazione, un non riconoscimento della sostanza di Convivio, in pratica dell’Astrologia e degli astrologi. Tale delegittimazione ha inibito la luce della disciplina (Sole congiunto al Nodo), ne ha minato e nello stesso tempo amplificato le potenzialità. In effetti, l’abbassamento della luce ha generato il bisogno di uscire allo sbaraglio e di avere il coraggio di farsi sentire. Il bisogno è vissuto da Convivio come sviluppo di relazioni armoniose (Venere congiunta al Nodo), che assumono anche il ruolo di fonti accreditate. Convivio si forma grazie allo scambio interattivo e continuo.

La congiunzione larga del Nodo Nord a Marte esprime quel conflitto già presente nella posizione generazionale dei pianeti esterni e confermato dal sesquiquadrato con Plutone. Si ripropone un conflitto nascosto, un qualcosa che lo lega agli altri siti e lo contraddistingue, allontanandolo. Il futuro è nelle maglie della ricerca rigorosa e profonda (Nodo Sud in Capricorno).

Il futuro progettuale, il disegno prenatale di Convivio è nascosto nel Punto di Fortuna in Acquario, in quinta, nella sapiente unione tra la non conformità e l’equilibrio nelle relazioni, apparentemente impersonali. L’autostima e lo spirito autonomo del sito (Urano in Capricorno, in quinta), unitamente all’autorevolezza delle persone che lo animano, fanno di Convivio una referenza prestigiosa, uno strumento di riconoscimento e legittimazione della sostanza astrologica. Si tratta di un piacere sano per chi frequenta e per chi visita l’ambiente conviviale.

 

 

8) La rivoluzione solare Ayanamsa 2003/2004

 

L’Ascendente a 1°27’ Cancro cade nella decima casa radicale: la personalità e le caratteristiche speciali della List si consolidano e si affermano. Nel corso dell’anno, in qualche modo, esse si ufficializzano. Si passa allo stadio in cui il gruppo è pronto ad uscire dall’iniziale periodo di confluenza propedeutica, procedendo con passi sicuri all’esterno, muovendosi palesemente e lasciandosi riconoscere per quello che è, mostrandosi così com’è.
Convivio possiede inoltre uno strumento efficace: l’energia comunicativa, espressa dal Mercurio annuale a 7°26’ Cancro che si affaccia nell’undicesima radicale e trova un piacevole contatto con Venere natale (6° dal Cancro); anche Giove, dai suoi 26°39’ Cancro, si affaccia nell’undicesima natale.
RSayanamsa.jpg (49092 byte)

Potrebbero sorgere offerte o richieste di collaborazione da parte di organismi od associazioni più ampie; l’ambiente tenderebbe ad allargarsi, ad espandersi, ma sempre con le dovute riserve e con i propri tempi di lunga gestazione delle proposte e dei progetti; sempre fermo nell’intenzione di restare un gruppo coeso, aperto ad ogni tipo di visione, ma legato alle proprie tradizioni. In questo si riconsolidano le basi trovate alla nascita, ossia l’ambiente “in situazione”.

L’Urano annuale in Acquario, dalla sua ottava casa, si affaccia alla sesta natale e chiede i suoi diritti: prudenza del gruppo e del singolo nel proporre e nel proporsi, al fine di evitare conflitti di parte e complicazioni di varia natura; d’altro canto, le stesse difficoltà possono portare alla luce i problemi e i contrasti da risolvere.

Giove annuale è in opposizione, quasi esatta, ad Urano natale (26°04’r dal Capricorno) in quinta. Nel quadro natale i due pianeti s’ignoravano tranquillamente. Quest’anno, invece, dall’Acqua parte un input verso la Terra di base. La ricchezza emotiva del gruppo si espande, magari con una certa esagerazione, provocando un’onda di cambiamento che sembra smottare la solidità del terreno. Il cambiamento richiesto sembra, stranamente, attinente allo stesso modo di cambiare; forse è il modo di adeguarsi ai cambiamenti che richiede o impone una trasformazione, laddove essa non avvenga. L’Acqua deborda affinché alcune resistenze terrestri si sciolgano e l’energia di Urano in zona capricornea natale, possa trovarsi meno ristretta e più libera. Da questo movimento può nascere una sensazione o una serie di esperienze piacevoli per tutti. Quasi a confermare questa necessità e a presentarla come vibrazione già insita alla nascita, lo stesso Plutone scorpionico di ritorno si congiunge alla Luna natale. La metamorfosi passa attraverso le emozioni più profonde. Il contatto avviene, però, tra la quinta annuale e la terza: la condivisione della gioia e della gratificazione derivante dal cambiamento sono ancora in fase di formazione del gruppo, come se esso si stesse educando al cambiamento, portando alla luce le proprie ombre e i propri limiti e, pur con le inevitabili e stridenti frizioni, ne traesse i benefici.

Sembra ora necessario prendere in considerazione la Luna annuale del ritorno, a 2°19’ dal Capricorno in settima. La sicurezza del gruppo è legata alla collaborazione stretta e all’impegno solido.

Molto importante, dal punto di vista siderale e karmico, è la congiunzione stretta del Vertex annuale (17°41’ Scorpione) con Chirone radicale (17°53’ Scorpione); continua il gioco tra la quinta e la terza casa. La produzione letteraria ha bisogno di rigenerarsi, anche attraverso i contatti esterni o interni, ma di altra natura. Nel corso dell’anno, sembra evidente la richiesta di un aggiustamento, di una modifica nella produzione dei messaggi scritti. Tale adattamento sarà strettamente proporzionale al miglioramento del gruppo e del luogo in cui esso opera. Un avvenimento inatteso e un po’ destabilizzante potrebbe essere la causa delle prossime modifiche. Eppure, questi aggiustamenti non sono semplicemente legati all’evento emergente, ma si ricollegano ad un problema antico. Plutone e Vertex, entrambi nel ritorno solare, sono ben vincolati e complici nell’incontro con Chirone natale. Un lampo di luce dalle tenebre del passato! Una scoperta che prima attanaglia e poi libera; poi una necessaria ricucitura, dopo aver ripulito la piaga. Il gruppo si rigenera dopo un deprimente offuscamento.

Rahu, il Nodo Nord, a 4° Toro è in unione perfetta con Saturno radicale. La connessione avviene dall’undicesima e dall’ottava. Qualcuno va via. Il gruppo ne soffre profondamente, sembra ridursi e stringersi, per poi rafforzarsi e rinsaldarsi ancora di più. La separazione è spaziale, temporanea ed esterna, ma non sostanziale. Chi parte lascia la sua impronta: è l’orma dello zoccolo taurino del Nodo sul terreno, è la forza, è l’esempio del dovere saturnino che esige l’impegno, quello che ha saputo trasmettere, insegnare e donare, attraverso la sua stessa persona.

Il MC annuale è quasi sestile a Nettuno natale in Capricorno. Il Medio Cielo di ritorno (13°48’ Pesci), inoltre e innanzitutto, sfolgora nella settima natale, mostrando la sua natura nettuniana. Nel processo di coscienza di Convivio, il livello immaginativo e quello emotivo sono all’acme. La percezione e l’intuizione raggiungono gradi ottimali, al chiarore del cielo luminoso che ha quasi lo stesso colore del mare.

Imponente ed esplicito, con l’uso di un linguaggio sintetico, profondo e chiaro, Saturno (11°16’ Gemelli) nella dodicesima annuale, mostra la prova della cartina al tornasole e riesce nel suo intento, esortando tutti a non tramutare il livello immaginativo ed emotivo in un virtuale dialogo, confusamente evasivo.

 

 

Contributi di:

Angela Accarino

Emanuela Badiali

Rosanna Bianchini

Clementina Messaggi

Lidia Fassio

Rosanna Gosamo

Meskalila Nunzia Coppola

Mary Olmeda

Sandra Zagatti

 

TORNA AD ARTICOLI COLLETTIVI

HOME