PRESENTAZIONE DI GIOVANNI PELOSINI

gp@giovannipelosini.com

http://www.giovannipelosini.com/

 

Giovanni Pelosini è un appassionato studioso: nella sua ricerca personale, da almeno una vita, si occupa soprattutto di Yoga, Tarocchi, Astrologia e simbologia esoterica.

Laureato in Scienze Biologiche con il massimo dei voti e lode all’Università degli Studi di Pisa, dove è stato anche ricercatore, insegna discipline scientifiche negli istituti superiori. Il suo metodo di indagine risente in modo positivo della formazione di tipo scientifico, ma ama lavorare anche con intuito e creatività, operando originali sincretismi fra le culture tradizionali orientali e occidentali.
Dal 1976 pratica assiduamente Yoga facendo riferimento alla tradizione del Tantra, grazie ad una millenaria linea ininterrotta di Maestri, integrando tali insegnamenti con numerose altre pratiche. Diplomatosi presso la Scuola per Maestri della Feder Yoga e Oriente di Roma, ha approfondito i suoi studi e la sua pratica con lo Yogi Ram Prakash Sharma di Khajuraho.
Studioso di Astrologia autodidatta, ha poi seguito gli insegnamenti di Massimo Fornicoli.
La sua ricerca sulla simbologia esoterica lo ha portato a pubblicare nel 1994 il volume "MAGIA E SCIENZA DELLA SPIRALE" (MEB Editrice, Padova), in cui il simbolo della spirale è inteso come espressione dell’Energia universale, essendo infatti presente dal Macrocosmo delle spiraliche galassie fino al Microcosmo delle ultrastrutture biologiche come la doppia elica del DNA, attraverso il misterioso e affascinante passaggio nel mondo del mito e nell’immaginario collettivo degli archetipi.
Dai suoi lunghi studi sui Tarocchi, intesi non solo come un mezzo di divinazione o per effettuare analisi di situazioni psicoenergetiche, ma soprattutto come archetipi utili alla meditazione, è scaturito nel 1997 il volume "I TAROCCHI AUREI" (Ed. Il Mosaico, Gruppo De Agostini, Novara), un’originale ricerca che mette in relazione in modo organico i ventidue Arcani Maggiori con l’antico alfabeto nordsemitico, con i sette principali pianeti e con i dodici segni dello Zodiaco attraverso il mondo della mitologia. I Tarocchi sono qui intesi soprattutto come un antichissimo libro di sole immagini che rappresenta la storia del mondo e della vita, dove tutto scorre, tutto si trasforma, dove ogni cosa nasce e muore, dove niente avviene a caso.
Nel 1998 ha collaborato con Gaspare O. Melcher e Roberto Pinotti alla pubblicazione per Calven Verlag a Coira (Svizzera) del volume trilingue "THE ROSWELL SYMBOLS", una riflessione sui simboli grafici ritrovati nel New Mexico nel 1947, dei quali si presume un’origine non terrestre.
In collaborazione con il musicista Giovanni Imparato, ha realizzato "AUREI SENTIERI", una raccolta di meditazioni sonore ricollegabili agli archetipi dei Tarocchi. Sempre in campo artistico, si ricordano le collaborazioni con il compositore Maurizio Morganti e con il pittore Roberto Granchi. Sta inoltre realizzando con I Santini Del Prete una serie di 22 "fotopoesie" degli Arcani Maggiori.
Ha scritto articoli e rubriche astrologiche per la rivista mensile "e-Viaggi online".
In altri campi ha collaborato con Ferruccio Ledvinka.
Ha collaborato con alcuni importanti siti Internet occupandosi di tutto ciò che è insolito e misterioso.
 


TORNA AD ARTICOLI


HOME